Note di degustazione

Le note di degustazione di Storie del Vino, etichette note e meno note tutte prese dalla mia cantina personale. Se la bottiglia mi è stata regalata, un disclaimer ve ne darà conto.

Le Raisin et l’Ange rosé S 2008

gilles-azzoni-mas-de-la-begude-le-raisin-et-l-ange-s-syrah-vin-de-france-10668050

Un rosé fuori dalle righe, una improvvisa volatile che ti fa guardare perplesso il bicchiere, poi la curiosità ha il sopravvento e ti rendi conto che qualche volta quello che i libri chiamano difetto, quando ben congegnato diventa un pregio. In sintesi, questo è il rosato di Le Raisin et l’Ange

Podere Casaccia Canaiolo IGT Toscana Rosato 2014

Canaiolo 2014 Rosato

Una buona bottiglia di Canaiolo Rosato 2014, questa settimana, nelle note di degustazione del lunedì (spostate al martedì per via della Pasquetta). Iniziano a comparire sempre più spesso ottimi rosati di qualità nel panorama vinicolo italiano, spesso prodotto con vitigni ‘secondari’ o usati quasi esclusivamente in assemblaggio. Degustare con allegria.

Weingut Molitor-Rosenkreuz Riesling Spatlese Trocken 2001

riesling-anteprima

Non si può capire come è il Riesling se non si conosce un poco di geologia, la composizione del terreno e come si è formato. Se pensate che questo sia un trattato sul Paleozoico, vi sbagliate, ma sicuramente riuscirà a stimolarvi la curiosità. Probabilmente ancor più potranno le note di degustazione per questo Riesling 2001 della cantina Molitor, uno Spatlese alcolicamente potente, ampio e nonostante tutto equilibrato. Magia del Riesling.