Close

15 febbraio, 2016

Tiezzi Poggio Cerrino 2011 Brunello di Montalcino

Montalcino

Nella temperie dell’ante-anteprima le occasioni di bere Brunello 2011 si fanno via via più frequenti. Di ritorno da un passaggio da Giacomo Bartolommei, raccontato su Intravino, ad attenderci a casa c’era un dilemma liquido tra le prime bottiglie giunte al covo di Castelnuovo dell’Abate.

Montalcino Tiezzi 2011Il primo pranzo nella nuova casa è stato fortunato e festoso; mangiare con Sant’Antimo a un dipresso e gli occhi all’Amiata è una gioia inusitata.

Se poi si aggiunge la pregiatissima delegazione di una famiglia del vino, peraltro a noi molto cara oltre il vino, l’inaugurazione prende tutto un altro sapore – e per fortuna, considerato che la poca dimestichezza con la nuova cucina ha infierito sul primo piatto. Meglio è andata con antipasto e secondo).

La prima cena è stata ugualmente fortunata e festosa: senza più delegazione, ma con un plenipotenziario in sua vece.

Poggio Cerrino 2011 è un piccolo sovvertimento del 2010: aperto e succoso, equilibrato, lontano dal predecessore ombroso e inquieto dei primi (e secondi) assaggi, già in questo testimone di un’annata affatto diversa. Pieno all’olfatto, disteso e risolto nel frutto scuro con ciliegia e ribes nero, svariato di muschio, cuoio, cenere e ferro. Note nitide e ben composte. Pacatezza e intensità da annata calda con slancio e freschezza sottesi. Frutto integro e maturo in evidenza al palato, ben integrato nella sensazione iniziale di pienezza avvolgente e in quelle di freschezza autentica e tensione raccolta in progressione.

Richiami a humus, origano, alloro, tabacco, liquirizia, sale dolce. Precisione nella qualità e nel rilascio degli aromi. In persistenza gli ulteriori, precisi riscontri di ciliegia, terra e sale.

Ha smesso l’abito serio e scuro. Ha evitato i colpi di calore. Mostra di sé un contegno meno consueto ai più, più sereno e disinvolto. È bontà e identità anche così.

Resta in contatto con le Storie del Vino
Le novità, le news, le curiosità dal mondo del vino
We respect your privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *