Secondo una ricerca di mercato l’aumento della domanda di prodotti alimentari e bevande biologiche sta rappresentando un importante fattore di crescita per tutto il settore.

Il mercato dei cibi sostenibili

Stati Uniti e Canada che hanno il 42% del mercato e quindi della domanda di cibi salutari, sostenibili e prodotti con metodi etici e rispettosi anche degli operatori. Le previsioni dicono che per il 2027, quindi fra soli quattro anni, il 90% del mercato di frutta e verdura sarà biologico, e nel settore delle bevande biologiche caffè e tè avranno l’80%. Naturalmente queste sono previsioni e basta, ma certo che si assiste ad una consapevolezza maggiore su un’alimentazione sana, compatibile con la salvaguardia dell’ambiente e anche, e non è scontato questo, delle prerogative di chi lavora nei campi. 

C’è un aumento della consapevolezza tra i consumatori sul consumo di cibi e bevande biologici o comunque più attente alla salute. Questo aumento della domanda naturalmente spinge sempre più produttori a seguire pratiche agricole sostenibili, che promuovono la sostenibilità e quindi la conservazione di suolo ed ecosistemi. 

Mi riaggancio, in parte, al tema della blockchain ma solo per quel che riguarda la tracciabilità e soprattutto la velocità con cui il prodotto arriva dai campi e dalle vigne fino alle nostre tavole e bicchieri. 

Consumatori attenti e bevande sicure per la salute

Quindi non è più una moda, cercare prodotti biologici, locali, artigianali, ma proprio un aumento di voglia del consumatore di avere nei piatti e nei bicchieri degli alimenti e delle bevande più sicure per la propria salute, senza eccessivi conservanti e medicinali nei campi e sulle piante, molti dei governi stanno spingendo la propria agricoltura in questo senso, per avere pratiche di agricoltura sostenibile, biologica, ridurre le sostanze chimiche. Anche l’andamento del mercato dei vini No-Low Alcool indica questa direzione.

Non solo, sta aumentando anche l’interesse verso nuovi prodotti biologici, le alternative a base vegetale e anche fonti alternative di proteine. E la richiesta di nuovi alimenti fa nascere anche nuove aziende nel settore dell’alimentazione.

Anche nel settore dei cibi e bevande biologiche e sostenibili è stata proprio la crescita dell’e-commerce a proporre situazioni più favorevoli per i consumatori, è aumentata la scelta e naturalmente l’accessibilità. Ci sono servizi in abbonamento, migliorano e aumentano i servizi di delivery, insomma il settore porta parecchia innovazione nei servizi accessori, una di quelle situazioni dove l’industria vinicola forse è meno attenta rispetto al cibo e ai drink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.